Ricercatrice indipendente, mi occupo di comunicazione e territorio, autoproduzioni, lavoro creativo e agro-ecologia.

Insieme alla teoria, coltivo le pratiche per uno stile di vita più ecologico.

Sono socia nell’attività di design e gioiello contemporaneo di Simone Frabboni, compagno di cammini. Mi occupo di comunicazione online, vendite, ricerca di mercato… e di legno!

Roberta Borghesi

Ho studiato scienze della comunicazione e sono stata ricercatrice all’università, in geografia umana, poi ho scelto di lavorare in modo indipendente.

Mi piacciono le scienze sociali, la ricerca di uno stile di vita ecologico, gli sport con una tavola sotto ai piedi e a contatto con gli elementi.

Scrivo per tessere relazioni – dentro e fuori dal web – soprattutto su temi come l’ecologia, gli stili di vita alternativi e l’autonomia dal pensiero unico neoliberista.
(Mi piace anche chiamare le cose col loro nome!)

La scrittura è un’arte magica e può creare mondi,
perciò cerco di scrivere (per) il mondo che vorrei.

Pubblicazioni

Sono una delle autrici del libro Genuino Clandestino, Viaggio tra le agri-colture resistenti ai tempi delle grandi opere.
Vedilo sul sito della casa editrice o sul nostro blog che raccoglie tutte le nostre avventure: dal crowdfunding alle presentazioni del libro finito, dalle visite alle realtà agricole al video del backstage.

Qui trovi la maggior parte delle mie pubblicazioni (saggi, capitoli di libri, articoli), uscite in cartaceo e/o disponibili sul web, da leggere o scaricare.

Questo è il mio profilo su Linkedin.

Radure.net

Radure.net è il sito che ho creato per raccontare storie selvatiche.

Camminare, seguire sentieri lenti, fuori dalle strade maestre, ad alta velocità.
Tracce di sentieri, veri, nei boschi e, metaforicamente, le vie poco battute di chi percorre un’alternativa, misurandola poco alla volta, giorno per giorno, sui propri passi.
..

Scopri Radure.net

Photo by Mircea Sanauceanu on Unsplash

Il mio percorso, alla ricerca di una comunicazione etica

Lavoro per unire i miei interessi di ricerca all’azione, individuale e collettiva.

Non sono una web designer, una copywriter, una social media manager (sarei una che cerca di usare parole italiane quando parla in italiano…).

Ho studiato scienze della comunicazione a Bologna, all’ombra densa di Umberto Eco e della semiotica.
Cos’è la semiotica? In due parole: la disciplina che studia i segni.

Erano tempi in cui nelle facoltà umanistiche la teoria era ancora molto lontana dalla pratica del mondo del lavoro e i siti web si facevano solo programmando in HTML, un linguaggio tecnoco che allora non mi sembrava né comprensibile né interessante (e che oggi sto studiando, e volentieri: le magie di WordPress!).

Ho lavorato per alcuni anni in università italiane e all’estero, come ricercatrice in geografia umana, occupandomi di paesaggio e territorio, ecologia e cambiamento sociale. Ero meno attratta da studi di pubblicità, marketing e vendite e ho scelto le scienze sociali per lo sguardo critico sulla realtà.

Ho coltivato la mia coscienza politica grazie alle scienze sociali e partecipando a movimenti per il cibo locale e l’agroecologia, reti di contadine e cittadini della mia città consapevoli che i nostri gesti e scelte quotidiane costruiscono il territorio che desideriamo.

In seguito, lavorando per il brand che abbiamo creato insieme al mio compagno, ho conosciuto molte realtà artigiane e creative e, avendo scelto anche io un percorso da freelance, ho visto con altri occhi il lato commerciale della comunicazione.

Tanto più se il nostro scopo è diffondere prodotti, servizi e pratiche ecologiche ed etiche.

Come possiamo collaborare? Leggi qui

Per qualsiasi domanda scrivimi qui, mi farà piacere!